Formazione Santa Filippa

La formazione cristiana per un futuro brillante

Invia le tue richieste a:
3385482341

Protesta dei dirigenti scolastici nelle scuole pugliesi

Protesta dei dirigenti scolastici nelle scuole pugliesi

Stanchi dei continui disagi ingiustificati che ogni giorno il Comparto dell’Area V della Dirigenza Scolastica deve vivere, i dirigenti scolastici insieme a FLC-CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS-Confsal hanno indetto un sit-in di protesta per denunciare l’accaduto e tentare di porre rimedio ad una situazione che definire disastrosa è a dir poco un eufemismo.

L’incontro si terrà GIOVEDÌ 25 MAGGIO 2017, ALLE ORE 11 davanti alla sede dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, in Via Castromediano 123 Bari e prevederà la richiesta di modifica del contratto al fine di:

  • sburocratizzare la funzione dirigenziale
  • regolamentare, nel contratto, il sistema della Valutazione dei Dirigenti Scolastici
  • adeguare le retribuzioni dei Dirigenti Scolastici a quelle della dirigenza pubblica
  • tutelare gli spazi di autonomia scolastica contro una governance sempre più centralizzata
  • riconsiderare le responsabilità connesse alla funzione amministrativa con aggravio dei carichi di lavoro diventati insostenibili.

I dirigenti scolastici sostengono, al fianco di un milione di LAVORATORI della scuola italiana e contro ogni deriva corporativistica, l’autonomia delle scuole, un’idea democratica di istruzione, la centralità della contrattazione. La battaglia del comparto della dirigenza scolastica non può prescindere da questa idea complessiva del servizio pubblico di istruzione.

Più autonomia agli istituti si tradurrebbe in una maggiore dinamicità nell’ insegnamento e nella gestione delle risorse messe a disposizione dallo Stato che, se ben realizzati, aiuterebbero l’evoluzione del singolo istituto svincolandolo da carichi di lavoro eccessivi, migliorandone al contempo l’efficienza.

È giusto dunque sostenere i dirigenti scolastici pugliesi in questa battaglia che potrebbe espandersi e migliorare sensibilmente la vita di insegnanti e studenti in tutta Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *